Formiche Cercasi

Non pecore, meglio formiche… non certo galli!

Viviamo nell’epoca dell’io, e questo è un passaggio positivo dell’umanità. Ma per riuscire a realizzarsi nel modo migliore occorre superare l’egoismo che nella nostra società è verso il sviluppo massimo. Massimizzazione delle esigenze del singolo, parcelizzazione della famiglia sono chiari segni di questa tendenza. I vari Facebook, Twitter non fanno altro che massimizzare il singolo e la sua espressione. Tutto ciò è anche positivo, ma occorre superare la parte egoistica, “la mia libertà finisce quando comincia quella dell’altro.” Osservate bene, tutto o quasi nella nostra società gira intorno al singolo e nella sua forma egoistica.

Il PD è attualmente espressione dell’ egoismo di Renzi, ma lo stesso è valido per Forza Italia, espressione egoistica di Silvio, non parliamo dei M5S e della Lega. Ultimamente ho ascoltato la nostra Beatrice e in ogni sua intervista fondamentale è stata la “sua” presenza in ogni cosa lei abbia fatto, è onnipresente, si era candidata persino a governatore del Lazio, lei che è anche madre… Pensate alla quantità di egoismo ci vuole per diventare responsabile di un partito che è espressione di te stesso! E lo scopo di lucro delle case farmaceutiche non è forse espressione dell’ egoismo del singolo o di pochi?

Anche noi e quindi tutto il movimento è figlio di questo tempo, e in piccolo molti sono le voglie di protagonismo anche in questo movimento. Nelle nostre discussioni ognuno di noi ha la sua ragione, ognuno di noi, essendo diverso, vede caratteristiche, sintomi e peculiarità differenti di un dato fatto o una cosa.

Prendiamo per esempio VolgiamoPossiamo e i genitori che ruotano attorno a questo gruppo informale nato qualche mese fa… Se ognuno di noi desse importanza e valore a quello che lui stesso esprime, noi non potremmo essere un gruppo. Eppure lo siamo!

Che cosa fa la differenza? La differenza la fa che fino ad ora abbiamo dato valore a quello che ci unisce e non a quello che ci divide. Nonostante veniamo da esperienze molto diverse siamo riusciti a trasformare in ideali tutto quello che ci unisce come genitori e come uomini. Questo sta facendo la differenza. Ci ha dato maggiore forza e determinazione.

Vi garantisco che se fare lo sforzo di esporsi e manifestare non è piccolo, maggiore è ancora quello che occorre, senza la rabbia iniziale, senza l’entusiasmo che da una manifestazione, quello che occorre per prendere la decisione di esporsi singolarmente e firmare. Superando tutte quelle discussioni anche in chat, che hanno portato solo divisione. Siamo solo all’inizio della vera battaglia, non dobbiamo avere false speranze, ma nemmeno avere paura. Quello che stiamo facendo va bene e la nostra esperienza potrà essere utile a tutti.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...